fem

pourquoi il y a quelque chose plutôt que rien? (Leibniz)

Ecco

“Quella precisione, quel rigore, quelle uscite ed entrate matematiche degli attori, gli uni attorno agli altri, e che tracciano nello spazio scenico una vera geometria, pochi spettatori se ne sono resi conto, perché non si nota ciò che non si conosce […]”.
Antonin Artaud (a proposito de I Cenci)

Annunci

gennaio 3, 2014 Posted by | macchine, sconfinamenti | Lascia un commento

Sans objet

AURÉLIEN BORY

ROMA, dal 30 settembre al 2 ottobre Teatro Vascello h. 20,30

agosto 30, 2010 Posted by | forme, macchine | Lascia un commento

in mostra

Jean_Tinguely_metaMatic

Corpo Automi Robot, Museo d’Arte di Lugano, 25 ottobre 2009 – 21 febbraio 2010

novembre 15, 2009 Posted by | forme, macchine, sconfinamenti | 1 commento

bestiario digitale

digital

Ecco un altro di quei posti nei quali mi piace passare: Singlecell

nel mese di marzo ci sono tanti quadrati volanti…

ottobre 14, 2009 Posted by | forme, macchine, numeri | 3 commenti

Nikola Tesla

Nikola Tesla
Energy Independence Celebrations

July 10, 11 & 12, 2009

tesla

 

“Il buon insegnamento è per un quarto preparazione e tre quarti teatro” Galileo Galilei

luglio 12, 2009 Posted by | 1, forme, macchine, numeri | 6 commenti

Van der Graaf Generator

ringrazio FK che mi ha fatto scoprire this music (grazie a fb)

fulmine_3

giugno 26, 2009 Posted by | macchine, sconfinamenti | 3 commenti

Abissi

abissi_

La bioluminescenza era una caratteristica di molti abitanti degli abissi, ottenuta grazie a batteri con cui essi vivevano in simbiosi. C’erano organismi luminosi anche sulla superficie marina, come alcune alghe e piccole seppie. Però il vero mare di luce cominciava là dove spariva la luce del sole. Nel buio totale degli abissi marini.

Frank Schatzing “Il quinto giorno”

 

florida-turismo-lusso-abissi-marini-suite

gennaio 18, 2009 Posted by | macchine, sconfinamenti, scritte | 6 commenti

la fabbrica delle nuvole

“Ecco a poco a poco discendere dal cielo una gran nube, la quale aprendosi nel mezzo e dilatandosi dalle parti in sembiante di theatro, mostrava le sue esteriori estremità per la condensazione de’ vapori colorate di bigio fosco, l’interiore concava superficie colorata come d’oro scintillante, per lo riflesso de’ raggi d’un gran pianeta, risplendente sulla fronte d’un venerando vecchio, che stringeva colla sinistra un’elevata falce e colla destra un pargoletto preso per divorarlo”.

M. Buttigli descrive l’apparizione del torneo di Mercurio e Marte in occasione della festa per le nozze di Margherita de’ Medici e Odoardo Farnese a Parma nel 1628.

settembre 20, 2008 Posted by | macchine, sconfinamenti | 3 commenti

cose minute

Lavoro di pazienza e precisione. L’operaio orologiaio è come un artista dalle dita fini. Come una donna  che fa un ricamo per il vestito della festa, mentre fuori il vento del nord gela le ossa. Là imparai che cos’è la cassa, la calotta, il bilanciere, la molla a spirale, il barillet, il fermo, l’ancora, il perno e il controperno, la corona, il rocchetto, il quadrante, la sfera delle ore, dei minuti e dei secondi. Capii l’importanza delle cose minute: il pittore che poi avrei visto all’opera all’hotel de La Couronne si serve di un pennello per dare piccoli tocchi di colore alla sua tela; gli orologiai lavorano con granelli di metallo e  viti sottili come un’unghia; io allineo una dopo l’altra le formichine delle lettere. La vita nasce dalle cose minute.

Alberto Nessi “La prossima settimana, forse”

immagine: nanomotore solare

settembre 17, 2008 Posted by | macchine, scritte | 8 commenti

la freccia del tempo

Rotten Luck

The Decaying Dice of Ricky Jay

tratto dal sito web del MUSEUM OF JURASSIC TECHNOLOGY
(narrato anche ne “Il gabinetto delle meraviglie di Mr. Wilson” di Lawrence Weschler)

dai miei appunti: lanciare dadi come azione umana (l’alea fra i giochi descritti da Marguerite Yourcenar; la natura statistica dell’entropia – legame con il tempo; trovare riferimenti antichi sul significato divinatorio di tale atto – legame con il tempo).

settembre 2, 2008 Posted by | forme, macchine, numeri, scritte | 15 commenti