fem

pourquoi il y a quelque chose plutôt que rien? (Leibniz)

mondo

San Francisco (1988)

“Le forme della natura,” scrive Djerzinski, “sono forme umane. E’ nel nostro cervello che si formano i triangoli, gli orditi e le ramature. Noi li riconosciamo, li apprezziamo; ci viviamo in mezzo. In mezzo alle nostre creazioni, creazioni umane, comunicabili all’uomo, noi ci sviluppiamo e moriamo. In mezzo allo spazio, allo spazio umano, noi creiamo misure; tramite tali misure noi creiamo lo spazio, lo spazio tra i nostri strumenti.”  […] “La separazione è l’altro nome del male; è altresì l’altro nome della menzogna. Infatti esiste solo un ordito magnifico, immenso e reciproco”.

Michel Houllebecq “Le particelle elementari”

Annunci

gennaio 7, 2011 Posted by | scritte | Lascia un commento