fem

pourquoi il y a quelque chose plutôt que rien? (Leibniz)

Nuoto libero

david-hockney-day-pool-with-3-blues-6480

 

Lui è acqua di piscina

disciolto intorno al mio nuoto

Fra gesti attutiti

un boato sostiene

annega i miei dubbi

ne avanzo stregata.

Nell’onda creata

stordisce la pelle

lui su di me

dentro lui beata.

Un rimbombo trasporta

sotto il mio elemento

trasparente e mosso

il suo liquido vivo.

 

 

Francesca E. Magni

Annunci

novembre 5, 2008 - Posted by | sconfinamenti, scritte

9 commenti »

  1. ah le poesie d’amour… L’amour toujour l’amour 😉

    Commento di forzaelettromotrice | novembre 5, 2008 | Rispondi

  2. ahò, dimenticavo, importantissimo! Oggi giorno di vittorie de là e pure de qua: un mio racconto è stato selezionato dalla redazione di Blog&Nuvole (http://blognuvole.splinder.com/)
    e adesso è in attesa di un ameno disegnatore/disegnatrice che lo illustri…… si chiama “L’Oceania dietro casa” e da domani lo potrete leggere (chi vuole!)

    Commento di forzaelettromotrice | novembre 5, 2008 | Rispondi

  3. Complimenti!

    Commento di Stefano Calosso | novembre 5, 2008 | Rispondi

  4. E beh, però. Dov’è quella piscina lì?

    Commento di sgt. Pepper | novembre 6, 2008 | Rispondi

  5. Non è per dire, ma si sente sul serio un suono come di silenzio. Tenera, sensuale.

    Commento di metrovampe | novembre 6, 2008 | Rispondi

  6. sì, in piscina è tutto ovattato… sarà l’acqua nelle orecchie, sarà la cuffia… è vero, adesso che me lo fai notare, questo è l’elemento acustico di fondo (oltre ai boati e ai rimbombi).
    grazie Ale!

    sergente: parli della piscina del quadro?? 😉

    grazie Stefano, sei sempre troppo buono…

    Commento di forzaelettromotrice | novembre 6, 2008 | Rispondi

  7. of course!!

    Commento di sgt. Pepper | novembre 6, 2008 | Rispondi

  8. ho rubato l’immagine al grande Franz Krauspenhaar, spero non me ne voglia…
    il quadro è di David Hockney

    Commento di forzaelettromotrice | novembre 6, 2008 | Rispondi

  9. l’acqua che inghiotte e dissolve dilata e vanifica geometrie e tempi. i suoni ovattati sott’acqua. che bello!
    grazie per i tuoi apprezzamenti, sei la prima che me ne fa tanti.
    un abbraccio!

    Commento di Leo Bloom | novembre 6, 2008 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: