fem

pourquoi il y a quelque chose plutôt que rien? (Leibniz)

levità

levitated.jpg

 

http://www.levitated.net/daily/index.html 

Le creature computazionali nel sito di Jared Tarbell sono lievi.

Ecco come descrivevo il sito:

“potrete giocare con meravigliose catene irreali, con anelli che si ingrandiscono e si duplicano, con bolle che girano all’impazzata, con palline che cadono dall’alto e che potete fermare e far rimbalzare per un po’ con una tavoletta; non è finita: ci si può rilassare osservando tre strisce oscillanti nell’aria, per poi accorgersi che basta tenere cliccato il mouse su una delle tre per trascinarla su e giù oppure ci si può far prendere dalla vertigine di un puntino luminoso che corre velocissimo all’interno di una specie di vaso sanguigno, e così via.
L’autore ha costruito modelli numerici di simulazione ispirati ai fenomeni naturali ottenuti tramite semplici regole basate sulla costruzione ricorsiva; in un certo senso questi filmati diventano organismi computazionali che manifestano comportamenti emergenti tipici dei sistemi complessi, come si legge nell’introduzione. “

 

Annunci

febbraio 17, 2008 - Posted by | forme, macchine, numeri

21 commenti »

  1. Ah, non le ha certo inventate lui tutte quelle fantastiche cosucce. Bisogna però ammettere che la sistemazione che gli ha dato è splendida.

    Commento di elio | febbraio 17, 2008 | Rispondi

  2. Grazie Elio per la precisazione! Nel testo del post ho aggiunto “nel sito di” (così dovrebbe andare bene!).

    Oggi ero particolarmente presa dal peso della gravità delle cose e così mi sono ricordata di questo vecchio link (che per fortuna funziona ancora) nel quale tutto danza ed è leggero…

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 17, 2008 | Rispondi

  3. Ti vediamo sollevata e librante. Merito del manamana?

    Commento di sgt.Pepper | febbraio 18, 2008 | Rispondi

  4. Sono andato lì e mi son perso
    e credevo di finire dentro l’immagine,
    e adesso non so più dove sono….
    Sei a casa o dove?
    Hai mica visto la zia Luisa?
    Metti su una minestra di verdura che mi sento male.
    Grazie.
    Ernesto

    Commento di mariobianco | febbraio 18, 2008 | Rispondi

  5. la zia Luisa è con lo zio Giorgio, che domande fai Ernesto?

    sergente, il disco fisso del computer fisso sta esalando gli ultimi crac crac e menomale che c’ho un portatile altrimenti oggi e domani addio alla rete, addio ai mondi… ?? Nothing’s gonna change my world ?? 😉

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 18, 2008 | Rispondi

  6. Cara Gina,
    sono arrivato a casa e non ho trovato nessuno,
    neanche la minestra
    scommetto che sei scappata di nuovo con Efialte,
    e sarà la terza volta,
    e pure mi sono perso il filo del discorso per colpa tua e dei cosi lì, levitated, che volavano n’in aria e mi son ‘pnotizzato tutto, porcamiseria,
    poi ha chiamato anche tuo cugino Sullivan
    e io non sapevo cosa dire,
    ecco sono desolato,
    forse de solato,
    o soldato,
    o non so più,
    è tutto un casino per colpa tua,
    salutami Vicenzo & Armando,
    tuo desoldato
    Armodio

    Commento di mariobianco | febbraio 18, 2008 | Rispondi

  7. io in realtà ero scappato, sì, ma con l’omina a sette zampette del sito. Insomma, una sbandata. O una sgambata.

    Commento di efialte | febbraio 19, 2008 | Rispondi

  8. Io ho sempre a portata di mano un martello; ora non ho più bisogno di usarlo. Mi basta mostrarlo al cpu che si rimette nei ranghi.

    Commento di sgt.Pepper | febbraio 19, 2008 | Rispondi

  9. carissima volevo ringraziarti per questo merraviglioso sito-gingillo. Ci sto uscendo come si suol dire, di capoccia. Ma dove mai le andrai a trovare….!!…??

    Commento di metrovampe | febbraio 19, 2008 | Rispondi

  10. Armodio oddio se sbagli appartamento non è colpa mia
    la minestra si è freddata
    e tu eri al bar, altro che storie
    così come Efialte che lo sapevo che mi tradiva (per non tradire se stesso e il suo alto nome)
    ma, chedebbo_fà? E’ sempre colpa mia!

    Mio cugino d’America si chiama Pietro e Sullivan è il suo cane,come me la spieghi ‘sta cosa?

    sergente, qui da noi vince sempre la macchina, è legge inesorabile (e allora noi trapiantiamo, potiamo hard disk, finché potiamo…)

    son contenta che il sito sia di tuo gradimento, oh metrovampe! Me lo aveva fatto scoprire Simona,
    una grafica super brava che lavorava con me, tempo addietro.

    la colonna sonora per il sito potrebbe essere “Aerial Boundaries” di Michael Hedges (ho trovato solo questo:

    http://www.youtube.com/watch?v=LgUteIANDK4 )

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 19, 2008 | Rispondi

  11. La fender stratocaster è mitica! Il furbacchione sta usando un ripetitore automatico che riproduce in loop il primo arpeggio che ha suonato. (notare che all’inizio ha schiacciato il pedale di record-repeat, anche se non frega a nessuno…)
    La melodia è ipnotica.

    Commento di sgt.Pepper | febbraio 20, 2008 | Rispondi

  12. Credo di avere inventato l’ipsogramma doppio.
    Ne sono sgomento, e lo getto qui prima che scoppi.

    ipsogramma doppio (6)
    L’evita levìta.

    [Il riferimento è a quel pesantone di un levìta che mal si comporta nella parabola del buon samaritano: «Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre»].

    [Una parabola come questa basta per prendere sky o ci vuole il decoder?]

    Commento di efialte | febbraio 20, 2008 | Rispondi

  13. Evita evitava il levìta
    essendo antisemita, ecco,
    o forse antigiudea,
    ma non lo dicea.

    Commento di mariobianco | febbraio 20, 2008 | Rispondi

  14. ma come, cf ecc. ecc è mariobianco?
    Queste cose misteriose del nicknaming mi spiazzano.
    e così, déplacé e deraciné
    me ne vado…
    … ma non lo dicea.

    Commento di efialte | febbraio 20, 2008 | Rispondi

  15. anche la coppia efialte/mariobianco mica scherza.

    Commento di sgt.Pepper | febbraio 21, 2008 | Rispondi

  16. deliziata dalle parole strane, almeno a me (con massimo “voltaggio ignorans”!) levito sui commenti e ridacchio con gravità!

    Sergente: hai notato lo sguash sguash finale del ciabattare del chitarrista??

    Efialte parla in francese perché ha captato in telepatia il mio prossimo post

    buona serata

    fem

    avrò poca fantasia, ma il giochetto che preferisco nel sito è quello con le palline che cadono e con il rettangolo da spostare, che le può fermare o far rimbalzare…

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 21, 2008 | Rispondi

  17. Piedi sudati?

    Commento di sgt.Pepper | febbraio 21, 2008 | Rispondi

  18. è un caso da studiare in tribologia

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 21, 2008 | Rispondi

  19. o in olezzologia. Vu a mangià. Bye.

    Commento di sgt.Pepper | febbraio 21, 2008 | Rispondi

  20. reti né retine = rétine
    (secondo ipsogramma della storia)

    Commento di mara | febbraio 26, 2008 | Rispondi

  21. Ma chère Mara, mais je suis enchantée 🙂

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 27, 2008 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: