fem

pourquoi il y a quelque chose plutôt que rien? (Leibniz)

urobòros

mariobianco82.jpg

(Mario Bianco, 1982)

 

“Il tempo, – disse Timodemo, – è pieno delle nostre storie e non sa che farsene. E anche noi, che siamo i personaggi di quelle storie, finiamo poi sempre per soffermarci su un dettaglio, e perdiamo di vista l’insieme…”

Si sedette su una panchina in fondo al viale, e alzò la toga per non calpestarla. Soltanto allora feci caso a come era vestito, e anche a un cerchio d’oro che portava al polso della mano sinistra e che rappresentava l’urobòros, il serpente che inghiotte sé stesso. Una delle immagini più antiche, e più universalmente note, del tempo.

Sebastiano Vassalli “Un infinito numero”

via_lattea.jpg

Annunci

febbraio 2, 2008 - Posted by | forme, sconfinamenti, Special Guest Mario Bianco

8 commenti »

  1. dai tempo al tempo e la lotta di fem contro il bolg volge a suo favore (di fem): collegamenti in ordine alfabetico (e UNO!) Commenti recenti (e DUE!) link al blog di Amelia (e TRE!).

    sì adesso lui i collegamenti li chiama “Blogroll” ma sono piccole rivincite, eh eh 🙂

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 2, 2008 | Rispondi

  2. ssss… fai piano che se no il wordepress si vendica

    Commento di sgt.Pepper | febbraio 3, 2008 | Rispondi

  3. cara FEM,
    vengo con questo mio per commentare il bello scritto di Vassalli, un acquerello mio dell’82

    Commento di mariobianco | febbraio 5, 2008 | Rispondi

  4. grazie!! Ci sta bene nel post eh?? Anche stavolta i colori vanno “a pennello”!

    P.S. l’acquerello ha un titolo?

    (mi piace molto anche lo sfondo a quadratoni)

    e ‘sti due urorobi che ognuno si morde la sua propria coda… e si incrociano come? non si capisce, l’incontro è sfumato, misterioso…

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 5, 2008 | Rispondi

  5. Grazie FEM, dell’ospitalità che mi dai!!!!
    Eh, l’incotro è sfumato, forse si fondono, il titolo era Codivori, però l’antico Urobori è certo meglio.

    Poi esistono gli Autofagi o Sestessovori, che se magnano da i piedi in sù e poi non si sa più….
    Esempi se ne vedono palesi nelle aule dei Palazzacci dell’italico potere, solo che, avidissimi, se magnano pure noi, o tentano….

    Commento di mariobianco | febbraio 5, 2008 | Rispondi

  6. rimanco baio:

    proprio così, con un’apostrofe gnufa che tradurrei “Resto basito”, applaudo al dipinto dei due uròbori (o ‘Vaccinare’). E ne saluto l’autore in inglese gnufo, in lui lodando la velocità esperta nel tratto:

    bai, corimano!
    (cioè, pressappoco, “arrivederci, mano leggera e rapida!”).

    Commento di efialte | febbraio 6, 2008 | Rispondi

  7. bai bai :-))

    Commento di forzaelettromotrice | febbraio 7, 2008 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: