fem

pourquoi il y a quelque chose plutôt que rien? (Leibniz)

cose minute

Lavoro di pazienza e precisione. L’operaio orologiaio è come un artista dalle dita fini. Come una donna  che fa un ricamo per il vestito della festa, mentre fuori il vento del nord gela le ossa. Là imparai che cos’è la cassa, la calotta, il bilanciere, la molla a spirale, il barillet, il fermo, l’ancora, il perno e il controperno, la corona, il rocchetto, il quadrante, la sfera delle ore, dei minuti e dei secondi. Capii l’importanza delle cose minute: il pittore che poi avrei visto all’opera all’hotel de La Couronne si serve di un pennello per dare piccoli tocchi di colore alla sua tela; gli orologiai lavorano con granelli di metallo e  viti sottili come un’unghia; io allineo una dopo l’altra le formichine delle lettere. La vita nasce dalle cose minute.

Alberto Nessi “La prossima settimana, forse”

immagine: nanomotore solare

About these ads

settembre 17, 2008 - Pubblicato da | macchine, scritte

8 commenti »

  1. è il dio delle piccole cose che presta la penna.

    Commento di harvey | settembre 19, 2008 | Rispondi

  2. nano.., nano.., mi ricorda qualcuno

    Commento di sgt. Pepper | settembre 20, 2008 | Rispondi

  3. qui Mork, rispondi Ork ;-)

    ciao coniglio, leggerti ultimamente fa girare la testa :-))

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 20, 2008 | Rispondi

  4. ahia, anche al Cern avranno detto ork o meglio orc…
    ‘sti pesi massimi….

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 20, 2008 | Rispondi

  5. al cern han dimenticato di pagare la bolletta della luce

    Commento di sgt. Pepper | settembre 21, 2008 | Rispondi

  6. pensavo alle minutaglie. i giorni di quello sono fatti. bisognerebbe essere tutti orologiai o per lo meno conoscere l’ingranaggio.
    poi, c’è anche chi le sa scrivere bene, le minutaglie. questo è il dio delle piccole cose.
    tra l’altro è anche un bellissimo libro, lo conosci, fem?

    Commento di harvey | settembre 26, 2008 | Rispondi

  7. notizie di efi?

    Commento di harvey | settembre 26, 2008 | Rispondi

  8. non lo conoscevo, ma lo metto fra i libri da leggere, di te mi fido, coniglio ;-)

    efi adesso è in Germania e ha anche messo le foto nel suo blog: se la spassa al bowling!!! Ma poi torna, torna :-)

    adesso mi torna in mente anche “Piccole gioie” di H. Hesse
    (“piccole donne” no eh?? oppure sì?? non lo lessi)

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 26, 2008 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: