fem

pourquoi il y a quelque chose plutôt que rien? (Leibniz)

la freccia del tempo

Rotten Luck

The Decaying Dice of Ricky Jay

tratto dal sito web del MUSEUM OF JURASSIC TECHNOLOGY
(narrato anche ne “Il gabinetto delle meraviglie di Mr. Wilson” di Lawrence Weschler)

dai miei appunti: lanciare dadi come azione umana (l’alea fra i giochi descritti da Marguerite Yourcenar; la natura statistica dell’entropia – legame con il tempo; trovare riferimenti antichi sul significato divinatorio di tale atto – legame con il tempo).

About these ads

settembre 2, 2008 - Posted by | forme, macchine, numeri, scritte

15 commenti »

  1. Ti dirò. Le foto di Ricky Jay m’han ricordato il groviera. Sarà fame?

    Commento di sgt.Pepper | settembre 3, 2008 | Rispondi

  2. Ma poi le avevi trovate le notizie sui miei libri?

    Commento di Dario | settembre 3, 2008 | Rispondi

  3. ecco. ora fem sta scrivendo in automatico. è svenuta infatti sul pavimento. le sue dita non si spiegano come riescano ancora a funzionare, anche perché non sono dotate di neuroni per farlo. Il commento precedente è proprio di Dario Voltolini. :-))
    [se è uno scherzo non c’è gusto perché io ci casco sempre]

    a parte questo fatto, io mi accingevo a scrivere la seguente citazione che va d’accordo sia con questo post sia con l’aforisma del precedente (o forse no? il mio cervello non risponde, laggiù per terra):

    “Le leggi dei nostri desideri sono dadi senza piaceri” Robert Desnos

    (ah sergente: la muffa si mangia solo con il gorgonzola, mi raccomando!! )

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 4, 2008 | Rispondi

  4. ti ho scovato una leggenda. leggenda?

    Alla lotteria nazionale del gioco di dadi si scrivono tutti, anche perché costa poco: 1000 lire a testa. Partecipano in 60.466.176. Il gioco è a eliminazione: chi sbaglia esce, l’ultimo che rimane vince 60.000.000.000: 466.176.000 lire se ne vanno in tasse.
    Al primo lancio di dadi, avvenuto in diretta televisiva con notai e affini, esce il numero “1″.
    50.388.480 di giocatori devono abbandonare il gioco delusi: chi poteva immaginare che al primo lancio uscisse proprio il numero 1?
    Restano in gioco 10.077.696 giocatori, i quali cominciano ad elaborare delle teorie per prevedere il lancio seguente. Chi si affida agli astri, chi al volo degli uccelli, chi fa delle previsioni matematiche.
    Al secondo lancio esce il numero “3″.
    8.398.080 di giocatori escono di scena assieme alle loro teorie.
    Restano in gioco 1.679.616 giocatori con le relative teorie vincenti. Chi continua a seguire l’oroscopo, chi segue i sogni e chi si affida alla matematica. Chi sostiene che continueranno a uscire numeri dispari, chi crede nei ritardi punta su un numero pari e così via.
    Al terzo lancio, sempre in diretta televisiva alla presenza di notai, esce il numero “6″.
    1.399.680 giocatori perdono. Ne rimangono in gioco 279.936.
    I vincitori possibili sono così pochi che nei condomini e nei paesini si cominciano a cercare i fortunati ancora in gioco.
    Quale sarà il prossimo numero? Le teorie si sprecano. Ma quale sarà la teoria vincente?
    Al quarto lancio esce il numero “2″.
    233.280 giocatori rimangono a bocca asciutta e le loro teorie falliscono miseramente.
    I 46.656 giocatori esperti nel lancio dei dadi diventano di giorno in giorno più famosi e le loro teorie per prevedere i numeri sempre più veritiere.
    Al quinto lancio esce il numero “2″.
    38.880 giocatori vengono eliminati; 7.776 rimangono in gioco.
    Il gioco diventa così popolare che tutti sono incollati ai televisori per assistere al quinto lancio: numero “5″.
    6.480 giocatori sono fuori, ne rimangono 1.296, molti dei quali cominciano ad apparire nelle trasmissioni televisive in qualità di esperti nel gioco dei dadi; qualcuno scrive articoli sui giornali per spiegare il loro infallibile ragionamento che li ha portati a prevedere cinque lanci su cinque.
    Al settimo lancio esce il numero “1″.
    1.080 falliscono insieme alle loro teorie, quasi vere. Gli ultimi 216 compaiono nei telegiornali, scrivono articoli e danno lezioni a chi è ormai fuori gioco. Le loro teorie sembrano veramente infallibili.
    All’ottavo lancio, “4″.
    180 sono fuori. Gli ultimi 36 rimasti sono i veri esperti del gioco dei dadi: targhette, medaglie, interviste, saggi, libri.
    Il nono lancio è fatale per 30 di loro: il numero “3″ non se lo aspettavano affatto.
    Gli ultimi 6 giocatori vengono contesi dai giornalisti, le loro interviste super pagate, i loro libri bestseller, le loro lezioni affollate da centinai di studiosi del gioco dei dadi.
    Al decimo lancio il numero “6″ indicò l’unico vero super esperto nel gioco dei dadi, capace di indovinare 10 lanci su 10. Oltre ai 60.000.000.000 di vincita, una nota rivista scientifica gli offrì 1.000.000.000 per avere in esclusiva la formula matematica elaborata per prevedere tutti i lanci dei dadi; vinse il premio nobel per la fisica ed ebbe una cattedra di insegnamento a Cambridge istituita appositamente per lui: Calcolo Analitico Previsionale sul lancio del dado.
    Io che ho letto l’articolo ve lo posso riassumere.

    Per ipotesi sia …
    passo direttamente alla formula matematica

    dove D è la costante universale dei dadi che è un numero irrazionale, le cui prime cifre valgono 1,362251436.

    Commento di harvey | settembre 4, 2008 | Rispondi

  5. non è uscita la foto della formula. eppure mi pareva di aver fatto giusto ad inserirla.
    comunque è qui.

    http://www.applenewton.it/spazio-prof/articoli/la-leggenda-del-giocatore-di-dadi

    Commento di harvey | settembre 4, 2008 | Rispondi

  6. anche tu conosci la mela di Newton??? è un sito bellissimo!!

    ciao coniglio, la storiella è molto divertente, anche se il 5 esce solo una volta (ma al quinto lancio!!)

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 4, 2008 | Rispondi

  7. Gorgonzola, pranzo da re, ma Pannarone.
    >>>
    Harvey, io la formula l’ho messa nel computer ma mi da’ Syntax error. Sei sicura che è giusta?

    Commento di sgt.Pepper | settembre 4, 2008 | Rispondi

  8. intanto silente silente io ho corretto alcuni erori che Pepper fece causa fretta (il bolg è mio e lo gestisco io ;-) )

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 4, 2008 | Rispondi

  9. merci very grazie prof.

    Commento di sgt.Pepper | settembre 4, 2008 | Rispondi

  10. Commento di sgt.Pepper | settembre 4, 2008 | Rispondi

  11. accidenti, sì, sergente. cioé, per me è giusta. io con la matematica sono come l’italiano medio che dice: l’ha detto il tg, quindi è vero.
    cioé, mi tocca fidarmi. affascinata, perché sono stregata dalla matematica, ma come una cosa magica.

    sì, fem. bello là da newton, vero? naturalmente non so cosa vuoi dire sul 5 che esce una volta al quinto lancio, ma mi fido. come sopra.

    Commento di harvey | settembre 4, 2008 | Rispondi

  12. ma com’è che su questo blog viene chiamato in causa sempre il “povero” numero 5? ;-)

    Commento di Flavyjay | settembre 4, 2008 | Rispondi

  13. adesso il 5 lo reintroducono come voto in condotta (perchè, l’avevan tolto?)

    Commento di sgt.Pepper | settembre 5, 2008 | Rispondi

  14. “Guai a te se sbagli il bolg” ;-))

    ciao Flavyjay, sono felice che voli da queste parti ogni tanto :-)

    sul numero 5, aspetto 5 minuti e poi rispondo

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 5, 2008 | Rispondi

  15. la risposta è: 42
    riferimento: http://www.youtube.com/watch?v=iVNrXCGeHB8

    Commento di forzaelettromotrice | settembre 6, 2008 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: